E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 19 novembre 2014, il decreto 23 settembre 2014, recante “Attuazione dell’art. 6, comma 1, del decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n. 9, relativo al contributo tramite voucher alle micro, piccole e medie imprese per la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico”.

 

Con questo decreto, atteso da molto tempo, viene definito lo schema standard di bando e le modalità di erogazione dei contributi previsti dell’art. 6 del D.L. n. 145/2013, convertito dalla L. n. 9/2014 (c.d. “Decreto Destinazione Italia”), al fine di favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico delle micro, piccole e medie imprese (MPMI).

L’intervento previsto dal presente decreto è finalizzato a sostenere, tramite contributi in forma di Voucher di valore non superiore a 10.000,00 euro, l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano:

a) il miglioramento dell’efficienza aziendale;

b) la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro (anche mediante il telelavoro);

c) lo sviluppo di soluzioni di e-commerce;

d) la connettività a banda larga e ultralarga;

e) il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole, nelle aree dove le condizioni geomorfologiche non consentano l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terrestri o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili;

f) la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle PMI.

Ad un successivo provvedimento è demandata la definizione dei termini e delle modalità di presentazione delle domande per accedere al beneficio, fermo restando che le stesse dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica, attraverso l’apposita procedura informatica resa disponibile sul sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico, nel periodo di apertura dello sportello.

Per presentare la domanda l’impresa dovrà disporre:

a) di un indirizzo di posta elettronica certificata valido e funzionante;

b) della firma digitale del legale rappresentante o di un suo delegato all’interno della sua organizzazione.

Nota di sintesi:

Finalità

Sostenere l’acquisto di software, hardware o servizi finalizzati a:

a) migliorare l’efficienza aziendale;

b) modernizzare l’organizzazione del lavoro;

c) sviluppare soluzioni di e-commerce;

d) connessioni a banda larga;

e) collegamenti a internet mediante tecnologia satellitare in aree non infrastrutturate;

f) fornire formazione qualificata al personale.

Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese di tutti i settori, ad esclusione dei settori di cui all’art. 1 del

Regolamento (UE) 1407/2013 (pesca e agricoltura) con sede legale e/o unità locale

operativa nel territorio nazionale ed iscritte al Registro imprese.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese, sostenute dopo l’assegnazione del voucher, per:

· acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistici, nonché alcune

spese accessorie, purché strettamente correlate agli ambiti di attività, e spese per la

partecipazione a corsi di formazione e per l’acquisizione di formazione qualificata.

Agevolazione

A ciascun soggetto sarà riconosciuto un voucher di importo non superiore a 10.000 euro,

nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili e nei limiti delle risorse

finanziarie (100 milioni di euro a valere sulla prossima programmazione 2014-2020).

Presentazione delle domande

Contenuti, modalità e termini per la presentazione delle domande, saranno definiti con

un Decreto direttoriale del Mise, in cui sarà riportato altresì il riparto delle risorse

finanziarie su base regionale, come previsto dal comma 2, art. 6 del DL 145/13.

N.B. Merita però anticipare che per presentare la domanda, l’impresa deve disporre di un

indirizzo di posta certificata e della firma digitale del legale rappresentante, poiché la

presentazione avverrà esclusivamente per via telematica.

Testo del Decreto:

http://www.mise.gov.it/images/stories/normativa/Dm-23-settembre-2014.pdf