Pubblicato, sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, il Modello del piano di incentivazione e
remunerazione mediante l’assegnazione ai collaboratori di azioni, quote e strumenti finanziari partecipativi
per startup innovative e incubatori certificati.
Il presente modello mira a fornire al management delle Startup innovative e degli incubatori certificati uno
strumento esemplificativo per l’adozione dei piani di incentivazione in forma di piani di incentivazione
equity. Si tratta di una sintesi che muove dall’iter autorizzativo degli organi societari sino alle principali
clausole dei regolamenti di piani di incentivazione equity che disciplinano l’attribuzione e la titolarità delle
quote o azioni in capo ai beneficiari in relazione al loro apporto di lavoro e collaborazione con la startup
innovativa o l’incubatore certificato.
Tale modello nasce, infatti, a supporto della “Guida all’uso dei piani di incentivazione in equity” del 24
marzo 2014 e mira ad esemplificare le modalità per l’implementazione di piani di incentivazione e
remunerazione che prevedono l’assegnazione di azioni, quote e strumenti finanziari partecipativi da parte
delle startup innovative e degli incubatori certificati a favore sia di dipendenti, collaboratori e componenti
dell’organo amministrativo, che di prestatori di opera e servizi anche professionali (i c.d “work for equity”).
Il modello evidenzia l’iter di approvazione del piano e le sue finalità, con esempi concreti, ed illustra le
principali clausole contenute nei regolamenti dei piani di incentivazione.
Vengono altresì analizzati gli strumenti finanziari oggetto del piano equity nella Startup innovativa:
restricted stock, stock option, restricted stock unit.
Da ultimo viene illustrato come fruire dei benefici fiscali e contributivi connessi alla percezione del reddito
derivante dal Piano di Incentivazione Equity.
Per scaricare il modello commentato : 
http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/documenti/Modello_piano_incentivazione_equity_start
up_10_marzo_2015%20(3).pdf