Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico sono state pubblicate nuove risoluzioni in materia di commercio e di somministrazione, che riguardano: la possibilità di realizzare un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico all’interno di una media struttura di vendita di generi alimentari (supermercato), provvisto di ampio parcheggio privato e nello specifico se sia obbligatorio il rispetto dei requisiti di sorvegliabilità previsti dal D.M. n. 564 del 1992 (n. 96394); l’obbligatorietà o meno dei requisiti professionali di cui all’articolo 71, comma 6, del D.Lgs. n. 59/2010 ai fini dell’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande effettuata da parte di una struttura ricettiva; nello specifico, se il requisito professionale debba ritenersi obbligatorio o meno nel caso in cui il titolare di un’attività ricettiva intenda svolgere anche l’attività di somministrazione di alimenti e bevande per le persone non alloggiate nella struttura (n. 97754); il possesso dei requisiti morali da parte del procuratore speciale di una società che ha presentato domanda di subingresso in una media struttura di vendita per commercio di prodotti alimentari e non alimentari (n. 87654); la possibilità di riconoscere in capo ad un Amministratore Unico il possesso dei requisiti professionali per il commercio al dettaglio di prodotti alimentari e per la somministrazione di alimenti e bevande ai sensi dell’articolo 71, comma 6, lettera b), del D.Lgs. n. 59/2010 (n. 86872); la possibilità di effettuare la Segnalazione Certificata di Inizio di Attività (SCIA) per l’avvio di un’attività di somministrazione di alimenti e bevande (n. 86934).