Secondo quanto disposto dalla Decisione 2014/955/UE e dal Regolamento 1357/2014/UE del 18 dicembre 2014, il 1° giugno 2015 entreranno in vigore il nuovo elenco dei codici di

identificazione dei rifiuti (Elenco Europeo dei Rifiuti) e la nuova codifica per le caratteristiche di pericolo.
Il nuovo elenco sostituisce l’allegato della decisione 2000/532/CE (c.d. Codice “CER” Catalogo europeo dei rifiuti).
La novità si è resa necessaria a seguito dell’entrata in vigore del regolamento (CE) n. 1272/2008 (c.d. Regolamento “CLP” Classification, Labelling and Packaging), relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele, che andrà a sostituire,sempre a decorrere dal 1° giugno 2015, le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE, relative alla classificazione, all’imballaggio e all’etichettatura dei preparati pericolosi, “per tener conto dei progressi tecnici e scientifici”.
A titolo di deroga, la direttiva 67/548/CEE potrà applicarsi a certe miscele fino al 1° giugno 2017, se queste sono state classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva 1999/45/CE e immesse sul mercato prima del 1° giugno 2015.
Il nuovo elenco è suddiviso in 20 capitoli, che produttori e detentori di rifiuti devono utilizzare al fine di una corretta “identificazione” degli stessi. Cambiano i criteri di individuazione dei rifiuti pericolosi.
I diversi tipi di rifiuti inclusi nell’elenco sono definiti specificatamente mediante il codice a sei cifre per ogni singolo rifiuto e i corrispondenti codici a quattro e a due cifre per i rispettivi capitoli.
Al fine di garantire la corretta gestione dei rifiuti da movimentare, e quindi delle relative giacenze, sul sito del SISTRI è stata rilasciata, in ambiente di sperimentazione e di pre-esercizio (simulatore), la nuova release dell’applicazione di movimentazione.
Contestualmente viene resa disponibile la procedura relativa alle modalità operative previste per l’adeguamento della classificazione dei rifiuti alle nuove disposizioni normative.
La nuova versione dell’applicazione verrà rilasciata in ambiente di esercizio il giorno 25 maggio 2015.

Per scaricare il testo del manuale elaborato dal Ministero dell’Ambiente clicca qui.

Per scaricare il testo della Decisione 2014/955/UE con la Tabella dei nuovi Codici CER clicca qui.