Scade il 30 aprile 2014 il termine di presentazione del MUD – Modello Unico di Dichiarazione ambientale 2014, con riferimento all’anno 2013. Lo prevede il D.P.C.M. 12 dicembre 2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 27 dicembre 2013 (Supplemento Ordinario n. 213), recante l’approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) per l’anno 2014.

Il nuovo decreto, che sostituisce quello approvato con il D.P.C.M. del 20 dicembre 2012, contiene il modello e le istruzioni per la presentazione delle Comunicazioni da parte dei soggetti interessati che sono così individuati:

  1. Comunicazione rifiuti;
  2. Comunicazione veicoli fuori uso;
  3. Comunicazioni imballaggi;
  4. Comunicazioni rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE);
  5. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione;
  6. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE).

Il nuovo modello dovrà essere utilizzato per presentare le dichiarazioni con riferimento all’anno 2013 e sino alla piena entrata in operatività del SISTRI, che ricordiamo è avvenuta in due distinti momenti: il 1° ottobre 2013 e il 3 marzo 2014. A tale proposito, va ricordato che il Ministero dell’Ambiente, con la circolare n. 1 del 31 ottobre 2013, ha previsto, al punto 5, in via transitoria, un “doppio regime” degli adempimenti e delle sanzioni ad essi collegate e, riguardo alla presentazione del MUD, in applicazione dell’articolo 189 del D.Lgs. n. 152/2006, ha previsto che tale adempimento è dovuto con riferimento ai rifiuti prodotti e gestiti negli anni 2013 e 2014. La presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale potrà avvenire:

– in modalità telematica, utilizzando la firma digitale. In questo caso la trasmissione dovrà avvenire esclusivamente tramite il sito www.mudtelematico.it;

– a mezzo raccomandata da inviare alla Camera di Commercio di competenza, ma solo per i soggetti che possono utilizzare la “Comunicazione Rifiuti Speciali Semplificata” (coloro che producono, nella propria unità locale, non più di 7 rifiuti e che, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali).

Il diritto di segreteria per l’invio telematico è di 10,00 euro per ogni Unità Locale dichiarante, a prescindere dal numero di Comunicazioni, e può essere versato tramite carta di credito o Telemaco Pay. Il diritto per la trasmissione cartacea della comunicazione semplificata è di 15,00 euro.