Pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28 febbraio 2015, la LEGGE 27 febbraio 2015, n. 11, “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 dicembre 2014, n. 192, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative”.

Molte le novità introdotte dalla legge di conversione, composta di 15 articoli: mini proroga degli sfratti; proroga per tutto il 2015 del “regime dei minimi”; stop all’aumento previsto dalla legge di Stabilità dell’aliquota contributiva per gli autonomi iscritti alla gestione separata INPS, che per il 2015 resta del 27%, per salire poi negli anni successivi; si riaprono i termini per chiedere a Equitalia un piano di rate per i debiti con il fisco; estesi fino al 2017 gli incentivi fiscali disciplinati dalla L. n. 238/2010, per il rientro dei lavoratori italiani che si sono trasferiti all’estero; per il periodo che va dal 28 febbraio 2015 al 31 dicembre 2016, la titolarità delle farmacie si potrà ottenere con la sola iscrizione all’albo, salvo che per le 2.600 nuove sedi oggetto del concorso straordinario.
Per quanto riguarda il SISTRI, secondo quanto stabilito dal comma 3, dell’articolo 9, della L. n. 11/2015, di conversione del D.L. n. 192/2014:
a) è stata confermata la proroga al 31 dicembre 2015 del periodo transitorio del c.d. “doppio binario”, durante il quale i nuovi obblighi “informatici” dovranno convivere con i tradizionali adempimenti “cartacei” (tenuta dei registri di carico e scarico e dei formulari di identificazione dei rifiuti trasportati, presentazione del MUD);
b) le sanzioni di cui all’art. 260-bis, commi 1 e 2, a carico dei soggetti che hanno omesso, se tenuti, di iscriversi al SISTRI e di pagare il contributo di iscrizione scatteranno dal 1° aprile 2015, anziché dal 1° febbraio 2015, come previsto dal D.L. n. 192/2014.