La presentazione della dichiarazione consuntiva annuale da parte dei soggetti autorizzati all’assolvimento virtuale dell’imposta di bollo fino ad oggi non era disciplinata e, di conseguenza, la dichiarazione veniva generalmente presentata in carta semplice dai singoli soggetti secondo i format più disparati, a volte generando non pochi problemi agli uffici dell’Agenzia delle Entrate.

Per rimediare a tale situazione, l’Agenzia delle Entrate, con Provvedimento del 14 novembre 2014, Prot. n. 2014/146313, ha approvato un apposito modello di dichiarazione, la cui applicazione diventa obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2015.

Ricordiamo che con il comma 597, dell’articolo 1 ,della legge del 27 dicembre 2013 n. 147 (legge di stabilità 2014), è stata modificata la modalità di presentazione della dichiarazione dell’imposta di bollo inmodo virtuale contenuta nell’articolo 15, del D.P.R. n. 642/1972, con l’introduzione di elementi di novità che investono gli atti e documenti per i quali l’imposta di bollo è assolta con modalità virtuale.

A partire dal 1° gennaio 2015 tutti gli utenti che hanno ottenuto la necessaria autorizzazione a tale modalità di assolvimento dell’imposta di bollo, sono tenuti a presentare la dichiarazione contenente l’indicazione del numero degli atti e documenti emessi nell’ anno precedente, distinti per voce di tariffa, utilizzando il presente modello.

Tale modello dovrà essere utilizzato:

a) per la presentazione della dichiarazione consuntiva,

b) per la presentazione della dichiarazione a seguito di rinunzia all’autorizzazione, nei casi di operazioni straordinarie, nonché

c) per eventuali modifiche delle dichiarazioni già presentate.

La dichiarazione va presentata entro il mese di gennaio dell’anno successivo al periodo d’imposta di riferimento, esclusivamente in via telematica, tramite i Servizi telematici (Entratel o Fisconline) dell’Agenzia delle Entrate:

– direttamente dal dichiarante;

– avvalendosi di intermediari abilitati, come ad esempio professionisti e CAF.

Per il periodo transitorio dal 1° gennaio 2015 e fino al 31 dicembre 2015 le dichiarazioni da inviare a seguito di rinunzia all’autorizzazione, anche nei casi in cui quest’ultima avvenga in relazione ad operazioni straordinarie, devono essere presentate in formato cartaceo presso l’ufficio territoriale competente.

L’Agenzia delle Entrate rende disponibile, sul proprio sito istituzionale, un programma software gratuito per la compilazione e l’invio telematico della dichiarazione.