Secondo quanto stabilito nel parere del 10 novembre 2014, prot. 197743, del Ministero dello Sviluppo Economico, (in risposta ad un quesito posto dal Servizio Urbanistica ed Edilizia Privata di un Comune in merito alla possibilità, da parte di imprese estere che operano in Italia in regime di “prestazione occasionale temporanea” di cui all’art. 9 del D.Lgs. n. 206/2007, di redigere, al termine dei lavori, le dichiarazioni di conformità degli impianti, necessarie per ottenere il certificato di agibilità), l’impresa comunitaria in libera prestazione di servizi è in ogni caso tenuta al rilascio della dichiarazione di conformità

, secondo le modalità e la tempistica stabilita dal legislatore italiano.

La Camera di Commercio competente a ricevere la documentazione è quella nella cui circoscrizione è ricompreso l’immobile oggetto dell’intervento di installazione cui afferisce la dichiarazione di conformità.

La Camera di Commercio potrà, a sua volta, effettuare le verifiche demandatele dal decreto ministeriale 37/2008 consultando le informazioni relative alle dichiarazioni preventive ricevute, ed al relativo esito, di cui il Ministero dello Sviluppo Economico cura la pubblicazione nelle pagine del proprio sito internet istituzionale.

Il Ministero ricorda che le disposizioni volte a disciplinare la libera prestazione dei servizi di cui all’articolo 56 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (TFUE) sono state dettate dal D.Lgs. 9 novembre 2007, n. 206, di recepimento nell’ordinamento interno della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.

Gli articoli 9 e seguenti del decreto afferiscono all’esercizio, in modo temporaneo ed occasionale, di una attività professionale da parte di un prestatore di servizi stabilito in un altro Stato membro dell’Unione europea. In particolare, l’articolo 10 prevede che il prestatore, in occasione della prima prestazione di servizi sul territorio dello Stato, sia tenuto a darne in anticipo informativa all’Autorità nazionale competente, trasmettendo ad essa una dichiarazione scritta contenente le informazioni e corredata della documentazione previste dalla norma.