E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 2016, il Decreto 11 dicembre 2015, recante “Individuazione dei requisiti necessari per l’abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica e procedimento

di rilascio dell’abilitazione”.
Con questo decreto vengono fissati i requisiti necessari ad ottenere la specifica abilitazione per lo svolgimento della professione di guida turistica in determinati siti italiani di particolare interesse storico, artistico o archeologico, che verranno individuati con un apposito decreto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, sentita la Conferenza Unificata.
I siti verranno divisi per Regione. Ogni Regione, per i siti individuati dal decreto, rilascerà una specifica abilitazione per l’esercizio della professione di guida turistica.
L’abilitazione potrà essere ottenuta mediante il superamento di un esame di abilitazione (artt. 3 e 5).
Le Regioni e le Province autonome, mediante bando con cadenza almeno biennale, pubblicato con avviso pubblico e sul proprio sito istituzionale, dovranno organizzare sessioni d’esame per il conseguimento della specifica abilitazione per i siti di particolare interesse storico, artistico o archeologico localizzati sul proprio territorio regionale (art. 4).
Superata la prova d’esame, il candidato consegue la specifica abilitazione per i siti di particolare interesse storico, artistico o archeologico presenti nell’ambito regionale in cui ha sostenuto la prova.
Tale abilitazione consente l’iscrizione nell’Elenco nazionale delle guide turistiche dei siti di particolare interesse storico, artistico o archeologico, tenuto a livello nazionale dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
L’elenco nazionale sarà tenuto dalla Direzione Generale turismo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo in formato elettronico e sarà alimentato dalle banche dati regionali.
Le Regioni dovranno provvedere a fornire ai soggetti abilitati un apposito tesserino comprovante il possesso della specifica abilitazione (art. 7).

Per scaricare il testo del decreto clicca qui.