Come stabilito all’art. 16 dal D.P.R. n. 43/2012 (emanato in attuazione del Regolamento (CE) 842/2006), entro il 31 maggio di ogni anno, a partire dal 2013, gli operatori delle applicazioni fisse

di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore, nonché dei sistemi fissi di protezione antincendio contenentialmeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra devono presentare al Ministero dell’Ambiente, tramite l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), una dichiarazione concernente la quantità di emissioni in atmosfera di gas fluorurati relativi all’anno precedente sulla base dei dati contenuti nel relativo registro di impianto.
Ricordiamo che, dal 1° gennaio 2015, è in vigore il nuovo regolamento (UE) 517/2014, che ha abrogato il regolamento (CE) 842/2006 e che ha esteso la norma ad apparecchiature che utilizzano quantità considerevoli di gas fluorurati e amplia i casi di tenuta del registro e a responsabilizzare i produttori.
Tuttavia, l’entrata in vigore del nuovo Regolamento europeo non ha modificato la struttura, i criteri e i contenuti della dichiarazione F-Gas. Il valore soglia che permette di stabilire se una apparecchiatura fissa è inclusa nel campo di applicazione della dichiarazione resta quindi fissato a 3 kg di gas fluorurato ad effetto serra.
La dichiarazione annuale sulle emissioni di gas fluorurati registrate nel 2014 dovrà essere trasmessa, tramite il formato elettronico, accessibile dal sito dell’ISPRA – SINAnet (Rete del Sistema Informativo Nazionale Ambientale), entro il 1° giugno 2015 (essendo il 31 maggio 2015 domenica).
Nello stesso sito sono disponibili sia le istruzioni per la compilazione della dichiarazione, che l’elenco aggiornato delle sostanze dei gas fluorurati ad effetto serra considerati ai fini della dichiarazione FGas.
Il mancato adempimento di tale obbligo viene punito dal D.Lgs. n. 26/2013 (recante la disciplina sanzionatoria per la violazione del regolamento 842/2006/CE) con una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000,00 a 10.000,00 euro.

Per scaricare l’informativa del Ministero dell’Ambiente clicca qui.

Per scaricare il testo del formato elettronico della dichiarazione clicca qui.

Per accedere al SINAnet e scaricare il testo delle istruzioni per la compilazione della dichiarazione e le FAQ clicca qui.