Pubblicato il primo rapporto bimestrale sull’accesso al Fondo di Garanzia da parte delle Start-up innovative e degli Incubatori certificati.

Al 30 aprile 2015 sono 388 le Start-up innovative destinatarie di finanziamenti bancari facilitati dall’intervento del Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese, per un totale di oltre 172 milioni di euro, con una media di 327.139,00 euro a finanziamento (526 le operazioni totali, alcune Start-up hanno infatti ricevuto più di un prestito). Durata media dei finanziamenti ricevuti da Start-up innovative: 56 mesi.
Sono invece 3 gli Incubatori certificati per un totale dei finanziamenti facilitati di 7.000.000,00 di euro con una durata media dei finanziamenti di 60 mesi.
Queste e altre evidenze empiriche sono racchiuse nel rapporto bimestrale sull’accesso al Fondo di Garanzia da parte delle startup innovative e degli incubatori certificati, un’iniziativa oggi alla prima edizione che intende contribuire ad alimentare l’informazione e promuovere un dibattito pubblico qualificato sul funzionamento degli strumenti costruiti con il D.L. n. 179/2012, convertito dalla L. n. 221/2012 (c.d. “Decreto Crescita 2.0.”).
Ricordiamo che, a beneficio di Start-up innovative e Incubatori certificati, l’art. 27 del D.L. n. 179/2012, convertito con L. n. 221/2012, prevede l’accesso semplificato, gratuito e diretto all’intervento del Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese (FGPMI), un fondo governativo che facilita l’accesso al credito attraverso la concessione di garanzie sui prestiti bancari.
La garanzia copre l’80% del credito erogato dalla banca alla Start-up o all’Incubatore, fino a un massimo di 2,5 milioni di euro, ed è concessa sulla base di criteri di accesso estremamente semplificati, con un’istruttoria che beneficia di un canale prioritario. Per scaricare il testo del rapporto clicca qui.