A partire dalle ore 9.00 del 31 marzo 2014 le imprese richiedenti potranno presentare le domande per accedere ai finanziamenti agevolati e ai contributi destinati agli investimenti in beni strumentali, introdotti con il D.L. n. 69/2013, convertito dalla L. n. 98/2013 (c.d. “Decreto del fare”).

Le domande – indirizzate alle banche e agli intermediari finanziari aderenti alla convenzione tra MISE – Ministero dello Sviluppo Economico, Cassa Depositi e Prestiti e Associazione Bancaria Italiana – dovranno essere compilate in formato elettronico e inviate alle banche convenzionate attraverso posta elettronica certificata (PEC).

Si tratta di un’unica dichiarazione-domanda per la richiesta del finanziamento e per l’accesso al contributo ministeriale, dove si attesta il possesso dei requisiti e l’aderenza degli investimenti alle previsioni di legge.

E’ quanto prevede la circolare 10 febbraio 2014, n. 4567, con la quale il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito i termini e le modalità di presentazione delle domande per la concessione e l’erogazione del contributo, di cui all’articolo 6 del decreto interministeriale 27 novembre 2013, a favore di micro, piccole e medie imprese per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.

Dell’emanazione della circolare è stato dato avviso con un comunicato del MISE pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 2014.

Si rende noto che sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico sono disponibili i moduli necessari per la presentazione delle domande.