Si avvicina l’obbligo di fatturazione elettronica verso tutti gli enti pubblici. A partire dal 31 marzo 2015, tale obbligo verrà, infatti, esteso anche a tutti i Comuni, le Province, le Regioni, le Università e gli Enti della Sanità.

A tale proposito, con l’intento di sensibilizzare i Comuni ad adottare la fatturazione elettronica, il Segretario Generale dell’ANCI Veronica Nicotra e il Direttore Generale dell’AgID Alessandra Poggiani hanno inviato una lettera a tutti i sindaci, in data 23 dicembre 2014, Prot. 0012409, nella quale, oltre a ribadire l’importanza del percorso di innovazione e digitalizzazione intrapreso dall’Italia che, nel 2015, vedrà la realizzazione di importanti provvedimenti, si invitano le amministrazioni a provvedere alla comunicazione ad AgID del proprio piano di attività per l’avvio dell’utilizzo della fatturazione elettronica.
La lettera, inoltre, specifica che gli adempimenti e le attività indispensabili alla predisposizione della fatturazione elettronica da parte dei Comuni sono contenute all’interno dell’ALLEGATO 1 (“Breve guida all’adozione della fatturazione elettronica”) e dell’ALLEGATO 2 (“Compilazione del piano di diffusione”).
In aggiunta, al fine di facilitare e consentire un appropriato dimensionamento e funzionamento delle infrastrutture centralizzate, l’ANCI ha predisposto anche un QUESTIONARIO che gli Enti Pubblici dovranno debitamente compilare e trasmettere entro il 23 gennaio 2015 all’indirizzo fatturazione.elettronicaPA@agid.gov.it e, per conoscenza all’indirizzo fatturaelettronica@fondazioneifel.it.
Nella lettera, si comunica anche che L’ANCI e l’IFEL (Istituto per la Finanza e l’Economia Locale) stanno collaborando con l’Agenzia per l’Italia Digitale per fornire informazioni e supporto sull’argomento.