Il progetto “ATENA, recupero e innovazione delle arti e dei mestieri a Venezia: fabbri, ceramisti, vetrai” coinvolge alcuni tra i mestieri antichi più rappresentativi dell’arte veneziana, scelti, proprio per la loro valenza storica ed economica. Questo progetto è finalizzato a tramandare e valorizzare in ottica innovativa questi mestieri mediante l’apporto di nuove leve, adeguatamente formate, e attraverso la costruzione di una rete tra soggetti diversi interessati a creare valore comune e maggior sostenibilità a livello locale. Una delle finalità del progetto è creare le condizioni per favorire l’occupazione di persone in condizioni di svantaggio (dove il 1° svantaggio è lo status di disoccupazione) che siano motivate ad apprendere lavori artistici e tradizionali basati sul “saper fare con le mani e con il cuore”, allo scopo di poter dare un contributo attivo per il recupero e la valorizzazione di mestieri antichi , in risposta al concreto rischio di perdita dell’immenso patrimonio di conoscenze, tecniche e tradizione che essi rappresentano.

Clicca qui per conoscere gli esiti della selezione per DISOCCUPATI aspiranti allievi FABBRI, CERAMISTI, VETRAI