E’ stata pubblicata, sulla gazzetta Ufficiale n. 59 del 12 marzo 2014, la legge 11 marzo 2014, n. 23, recante “Delega al Governo recante disposizioni per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita”.

La “delega fiscale” entrerà in vigore il 27 marzo 2014; dopo tale data il Governo avrà un anno di tempo per adottare i decreti legislativi attuativi per la revisione del sistema tributario secondo i principi e i criteri definiti dalla stessa legge n. 23/2014, nel rispetto della

Costituzione, del diritto comunitario, dello Statuto dei diritti del contribuente e di quanto stabilito in materia di federalismo fiscale.

La legge si compone di 16 articoli concernenti alcuni principi generali e una serie di previsioni, tra cui:

– una revisione del catasto dei fabbricati (art. 2);

– misure per la lotta all’evasione fiscale (art. 3) e misure dirette ad eliminare la erosione fiscale (art. 4);

– una revisione delle disposizioni vigenti antielusive (art.5);

– semplificazioni volte a stimolare gli adempimenti spontanei, anche migliorando la comunicazione tra fisco e contribuenti (art. 6);

– una revisione sistematica e un riordino dei regimi fiscali (art. 7);

– una revisione del sistema sanzionatorio (art. 8);

– un rafforzamento dell’attività conoscitiva e di controllo (art. 9);

– una revisione del contenzioso tributario e della riscossione degli enti locali (art. 10);

– una ridefinizione dell’imposizione su redditi (art. 11) e una razionalizzazione della

determinazione del reddito di impresa (art. 12);

– una revisione dell’imposta sul valore aggiunte e di altre imposte indirette (art. 13);

– un riordino delle disposizioni in materia di giochi pubblici (art. 14).