Il Dipartimento VVF con nota Ministeriale n.1284/2016, allegata, riporta nuove indicazioni sui Corsi base di specializzazione in prevenzione incendi e corsi e seminari di aggiornamento in materia di prevenzione incendi finalizzati

all’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno, ai sensi del D.M. 5 agosto 2011 (che detta le “Procedure e requisiti per l’autorizzazione e l’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’interno”), art. 4 (Programmi e organizzazione dei corsi)e 7 (Requisiti per il mantenimento dell’ iscrizione negli elenchi del Ministero dell’interno).

L’aggiornamento dei programmi si è reso necessario a seguito dell’evoluzione della normativa di prevenzione incendi con l’emanazione della. Regola Tecnica Orizzontale allegata al decreto 3 agosto 2015 (Codice di Prevenzione Incendi): pertanto si è modificato il programma del corso base di specializzazione antincendio, allegato alla Nota.
Restano ovviamente validi i corsi già autorizzati e quelli per i quali sia già stata inoltrata la relativa richiesta di autorizzazione alla competente Direzione Regionale.

Nessuna modifica per le procedure di autorizzazione del corso base, del relativo esame finale e dei successivi adempimenti amministrativi, conclude il Ministero.

Fra le novità la possibilità concessa a Ordini/Collegi professionali provinciali, di poter ampliare il numero di partecipanti ai corsi base ed a quelli di aggiornamento, ad oggi limitato a 60 unità, fermo restando la necessità di assicurare, da parte del soggetto organizzatore, l’efficacia dell’attività formativa erogata e l’interazione tra discenti e docenti. Inoltre, il Dipartimento rimarca l’importanza di effettuare verifiche ex post dell’andamento dell’evento formativo; al tal fine, potranno essere somministrati ai discenti anche test di gradimento finale, dai quali il soggetto organizzatore potrà rilevare le segnalazioni, i suggerimenti e le eventuali criticità riscontrate dai diretti fruitori, condividendone gli esiti con la Direzione Regionale o Comando provinciale competente per territorio.

leggi la nota Ministeriale