Il Consiglio dei Ministri del 20 febbraio 2015, su proposta del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, ha approvato quattro decreti legislativi di attuazione del Jobs Act.
Il primo decreto contiene disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge n. 183 del 2014.

Il secondo decreto detta disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di occupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati, a norma dell’articolo 1, comma 2, lettera b), della legge n. 183 del 2014.
Il terzo decreto contiene il testo organico semplificato delle tipologie contrattuali e la revisione della disciplina delle mansioni.
Il quarto decreto contiene disposizioni in materia di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, a norma dell’articolo 1, commi 8 e 9 della legge n. 183 del 2014.
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per lo sviluppo Economico ha anche approvato un disegno di legge che dà attuazione, per la prima volta, al provvedimento annuale sulla concorrenza previsto dalla legge con l’obiettivo di stimolare la crescita economica frenata dalla scarsa concorrenza nel settore dei servizi.
Il provvedimento riguarderà i seguenti settori: Assicurazioni, Fondi pensione, Comunicazioni, Poste, Energia elettrica, gas e carburanti, Banche, Avvocati, Notai, Ingegneri e Farmacie.