Il Consiglio dei ministri n. 34 del 15 novembre 2013 ha approvato, su proposta del Ministro dell’Ambiente e tutela del territorio e del Mare, un disegno di legge collegato alla legge di Stabilità recante “disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”. Il “Collegato Ambiente” contiene norme su green economy, ambiente eprevenzione delle emergenze e introduce nel nostro ordinamento norme per la semplificazione della governance dei parchi, per la semplificazione di procedure VIA e AIA. L’ “Agenda verde” contenuta nel “collegato” è imperniata su una trentina di
articoli che toccano praticamente tutti i temi della tutela dell’ambiente, dalla protezione della natura alla valutazione di impatto ambientale, dagli acquisti ed appalti verdi alla difesa del suolo. Previste semplificazioni amministrative per la valutazione di impatto
ambientale (VIA) e l’autorizzazione integrata ambientale (AIA). Prevista la nascita di una Commissione tecnica unificata VIA/VAS/AIA. Dettate nuove disposizioni per agevolare “appalti verdi” nella Pubblica Amministrazione. La disposizione mira a introdurre un incentivo per gli operatori economici che partecipano ad appalti pubblici e che sono muniti di registrazione EMAS (che certifica la qualità ambientale dell’organizzazione aziendale) o di marchio ECOLABEL (che certifica la qualità ecologica di “prodotti”, comprensivi di beni e servizi).