L’Agenzia del l’Italia Digitale (AgID) ha comunicato, in data 19 febbraio 2015, che è on-line il Catalogo nazionale dei dati della pubblica amministrazione. Il Catalogo dei Dati della Pubblica Amministrazione

è il punto d’arrivo del processo di raccolta dell’elenco delle basi di dati effettuato nei mesi scorsi, in attuazione dell’art. 24-quater, comma 2, del D.L. n. 90/2014, convertito dalla L. n. 114/2014. Nasce lo strumento che supporterà le attività di valorizzazione e coordinamento del patrimonio informativo pubblico. La raccolta dell’elenco delle basi di dati gestite dalle amministrazioni, si trasforma nel “Catalogo nazionale dei dati della Pubblica Amministrazione”, realizzato con tecnologie open source dall’Agenzia per l’Italia Digitale in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia. In questa prima versione sono attive le funzioni di ricerca, analisi, reportistica e download dei metadati in formato aperto. L’implementazione della versione attuale permetterà alle singole amministrazioni di caricare e aggiornare autonomamente i propri dataset. Il catalogo non riporta i dati contenuti dai singoli dataset ma la lista delle basi dati insieme ad alcune informazioni di contesto. Lo strumento è naturalmente destinato ad evolvere dinamicamente: una successiva versione del catalogo consentirà a tutte le amministrazioni di comunicare i propri dati (per chi finora non l’ha fatto) oppure di correggere, integrare e aggiornare i dati già comunicati, secondo le modalità che saranno rese note attraverso queste pagine. Nelle diverse sezioni sono disponibili le indicazioni per l’uso del catalogo, la descrizione della sua struttura, un set predefinito di informazioni generali, gli strumenti per effettuare ricerche ed eventuali analisi dei dati e, infine, una sezione dalla quale è possibile effettuare il download dei dati stessi.

 Per accedere al catalogo: http://basidati.agid.gov.it/catalogo/