A partire dal 31 marzo 2014 verrà attivato il servizio di consultazione telematica delle

banche dati ipotecaria e catastale relativo ai beni immobili dei quali il soggetto richiedete

risulta titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento.

A prevederlo è il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 4 marzo 2014, con il quale

vengono disciplinate:

a) le modalità di consultazione telematica delle banche dati ipotecaria e catastale, e

b) le modalità di accesso alla banca dati catastale, effettuato presso gli sportelli catastali

decentrati, in entrambi i casi: relativamente ai beni immobili dei quali il soggetto che effettua

la consultazione risulta titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di

godimento e in forma gratuita ed in esenzione da qualsiasi tributo.

A decorrere dalla data sopra indicata:

a) l’accesso al servizio di consultazione telematica è consentito, in una prima fase di erogazione

dello stesso, alle persone fisiche registrate ai servizi telematici Entratel e Fisconline;

b) l’accesso di consultazione della banca dati catastale è esteso alle consultazioni telematiche

effettuate presso gli sportelli catastali decentrati, secondo le regole applicabili presso gli Uffici

dell’Agenzia.