E’ stato aaviato il sistema AVCpass, sistema informatico per la verifica delle caratteristiche dei partecipanti ai bandi per gli appalti, previsto dalla Deliberazione n. 111 del 20 dicembre 2012 e s.m.i.

D’ora in avanti, e per le gare che hanno avuto inizio a partire dal 2014, andrà utilizzato tassativamente AVCpass e il sistema collegato per la raccolta di tutti i documenti relativi alla partecipazione dei soggetti privati ai bandi sugli appalti.

Nello specifico, oltre alla verifica del possesso dei requisiti, potrà essere utilizzato per il controllo sulle certificazioni tecnico-professionali: in pratica, ciò che, fino a ieri, veniva incamerato d’ufficio da parte delle stazioni appaltanti, ora passerà attraverso il nuovo sistema.

Per accedere ad esso, le aziende interessate dovranno registrare un proprio amministratore – o una personalità giuridica dotato di idonea rappresentanza legale – aggiungendo uno o più delegati. Una volta recapitati i dati alle stazioni appaltanti, queste saranno così in grado di controllare la regolarità delle procedure intraprese per l’iscrizione.

Oltre al Comunicato del Presidente del 17 dicembre 2013, l’Autority ha messo a disposizione di operatori economici e stazioni appaltanti una serie di servizi e strumenti per l’utilizzo del sistema.

Nella sezione Servizi del portale dell’Autorità, è presente un’area dedicata alla formazione da cui è possibile accedere a quattro moduli formativi sul sistema AVCpass

Tra i servizi on-line sono infine disponibili i manuali per l’utilizzo del sistema AVCpass, suddivisi per utenti (operatori economici o stazioni appaltanti) ed argomenti.