Con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 19 marzo 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 82 del 9 aprile 2015, sono state dettate disposizioni per la semplificazione delle

procedure relative agli accordi preventivi per l’installazione di ascensori nei casi in cui non è possibile realizzare i prescritti spazi liberi o volumi di rifugio oltre le posizioni estreme della cabina.
Il decreto è stato emanato in attuazione dei commi 1, lett. d) e 2, dell’art. 1, del D.P.R. n. 8/2015, al fine di stabilire la documentazione da presentare, a seconda dei casi, all’organismo notificato ovvero ai competenti uffici del Ministero dello Sviluppo Economico, ai sensi del nuovo articolo 17-bis del D.P.R. n. 162 del 1999, introdotto dall’art. 1, comma 1, lett. d) del D.P.R. n. 8/2015.
Ricordiamo che il nuovo articolo 17-bis (Accordo preventivo per installazione di impianti di ascensori in deroga), del D.P.R. n. 162/1999 prevede semplificazioni nelle procedure di concessione delle autorizzazioni alla installazione di ascensori, nei casi eccezionali in cui nell’installazione degli ascensori non è possibile realizzare i prescritti spazi liberi o volumi di rifugio oltre le posizioni estreme della cabina.

Per scaricare il testo del decreto ministeriale clicca qui.