Evidenziamo i punti essenziali contenuti nella Direttiva di esecuzione 2014/58/UE della Commissione 16 aprile 2014, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 115/28 del 17 aprile 2014.

Lo scopo è quello di garantirne la tracciabilità. Pertanto gli articoli pirotecnici dovranno essere etichettati con un numero di registrazione, sulla base di un sistema di numerazione uniforme, che dovrà comprendere i seguenti elementi:

  • il numero di identificazione a quattro cifre dell’organismo notificato che ha rilasciato l’attestato di certificazione CE;
  • la categoria dell’articolo pirotecnico di cui è certificata la conformità;
  • il numero di trattamento utilizzato dall’organismo notificato per l’articolo pirotecnico.

Gli organismi notificati dovranno tenere un registro degli articoli pirotecnici, per i quali hanno rilasciato attestati di certificazione CE, con i numeri di registrazione da essi assegnati nell’effettuare la verifica della conformità. Tale registro dovrà essere aggiornato regolarmente e messo a disposizione del pubblico su Internet. Con un tale sistema sarà garantita l’identificazione degli articoli pirotecnici e dei loro fabbricanti in tutte le fasi della catena di fornitura. I fabbricanti e gli importatori dovranno tenere un registro di tutti i numeri di registrazione degli articoli pirotecnici da essi fabbricati o importati, che mettono a disposizione sul mercato e, su richiesta, rendere tali informazioni disponibili alle autorità competenti. Gli Stati membri dovranno adottare e pubblicare, entro il 30 aprile 2015, le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva. Le nuove disposizioni si applicheranno a decorrere dal 17 ottobre 2016.