Il Comitato nazionale dell’Albo Gestori Ambientali, con delibera del 22 aprile 2015, Prot. n. 01/ALBO/CN, ha approvato il “Regolamento per lo svolgimento dei controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di

certificazione e di atto di notorietà ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445, rese ai fini dell’iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali”.
La presente deliberazione entrerà in vigore dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del relativo comunicato.
Anche al fine di garantire uniformità su tutto il territorio nazionale, con il presente regolamento sono stati disciplinati i criteri e le modalità dei controlli a campione di cui all’articolo 71 del D.P.R. n. 445/2000, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà, rese ai sensi degli articoli 46 e 47 del medesimo D.P.R. ai fini dell’iscrizione all’Albo, fermo restando l’obbligo, per le Sezioni regionali, di effettuare idonei controlli in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni stesse.
Il regolamento è adottato in fase sperimentale per il periodo di un anno dalla data di entrata in vigore della presente delibera e può essere modificato dal Comitato nazionale sulla base delle risultanze fornite dalle Sezioni regionali.
Le Sezioni regionali dovranno trasmettere al Comitato nazionale, in sede di relazione annuale resa ai sensi dell’art. 6, comma 1, lettera e), del D.M. n. 120/2014, le risultanze dei controlli effettuati e le eventuali conseguenti procedure adottate.
Sono escluse dalla campo di applicazione del presente regolamento, in quanto oggetto di controllo puntuale, le dichiarazioni relative ai requisiti di cui all’art. 10, comma 2, lettere d), e), f) e g), del D.M. n. 120/2014, sia nei casi di prima iscrizione che nei casi di rinnovo e di variazione dell’iscrizione.
I controlli a campione sono effettuati da ogni Sezione regionale con cadenza almeno trimestrale.
L’individuazione dei procedimenti da sottoporre a controllo avviene tramite estrazione casuale elaborata informaticamente tra le domande protocollate all’interno dell’ultimo trimestre, distinte nelle seguenti tipologie: a) iscrizione; b) variazione dell’iscrizione; c) rinnovo dell’iscrizione.
Le comunicazioni di cui al presente regolamento devono avvenire tramite posta elettronica certificata (PEC).