I nuovi voucher per la digitalizzazione: cosa sono e come ottenerli

Il ministero dello Sviluppo economico ha stanziato 100 milioni di euro a sostegno delle piccole e medie imprese che intendono investire nella digitalizzazione. 8,5 ml a disposizione delle PMI venete che possono accedere ai voucher per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici.

 

 

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 100 milioni di euro in voucher per la digitalizzazione che vanno a sostegno delle PMI che intendono investire in interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

La misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

La disciplina attuativa della misura è stata adottata con il decreto interministeriale 23 settembre 2014.

Cosa finanzia?

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher.


Come funziona?

Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 sono state definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni.

Le imprese posso richiedere i voucher a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.

 

Per maggiori informazioni scrivere a innovazione@ecipa.eu

Per visionare i documenti necessari cliccare qui.