A fine Dicembre si concluderà la campagna dell’Agenzia europea per la salute e sicurezza sul lavoro “EU – OSHA 2018-2019 salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose”.

CNA Veneto ed INAIL DR Veneto hanno siglato un accordo per la promozione dell’attività di informazione in materia di sicurezza e salute sul lavoro relativamente all’uso di sostanze pericolose nelle aziende artigiane.

Si intende raccordare quanto previsto dai Regolamenti Comunitari Reach e CLP con quanto indicato dal D.Lgs. 81/2008 in materia di rischio chimico, tenendo in considerazione che questi aspetti devono essere obbligatoriamente affrontati dalle aziende e che invece sono praticamente sconosciuti.

Sono tre quindi i gli obiettivi da perseguire:

  1. Sensibilizzare gli imprenditori ed i lavoratori sull’importanza della prevenzione dei rischi derivanti dalle sostanze pericolose, contribuendo a dissipare i malintesi comuni.
  2. Aumentare la consapevolezza dei rischi connessi all’esposizione ad agenti particolarmente pericolosi, cancerogeni e mutageni sul lavoro  sostenendo lo scambio di buone pratiche.
  3. Promuovere l’attività di valutazione del rischio fornendo informazioni sugli strumenti pratici e creando opportunità per condividere le buone pratiche.

Per il raggiungimento di questi obiettivi sono stati realizzati alcuni video informativi, con i quali si intende colmare un vero e proprio fabbisogno in materia da parte di associazioni, imprese e lavoratori.

Le video-lezioni hanno visto il supporto tecnico scientifico di Head Up lo spin off dell’Università Ca’ Foscari Venezia impegnato nei temi della prevenzione.

Accedendo ad una pagina dedicata, si potrà visionare gratuitamente i video e scaricarli. Potranno essere impiegati direttamente dalle aziende, nelle attività d’informazione e nei corsi di formazione in materia di sicurezza e salute organizzati dalle CNA di tutto il territorio, nonché resi disponibili a scuole di ogni ordine e grado, associazioni degli invalidi del lavoro, di cittadini, pensionati, casalinghe e comunque dei soggetti interessati alla diffusione.