Dopo tre anni di studio e sperimentazione, il Libretto formativo digitale del lavoratore diventa realtà e lo tiene a battesimo la neonata CNA NordEst (composta da CNA Trentino Alto Adige, CNA Veneto e CNA Friuli Venezia Giulia), insieme a Guerrino Gastaldi, vice presidente CNA nazionale.

L’iniziativa è stata presentata il 27 giugno 2018 al NOI Techpark di Bolzano, il parco tecnologico altoatesino, fulcro della ricerca e dell’innovazione a misura di micro, piccole e medie imprese.

Il prof. Gianni Finotto, docente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e consulente tecnico dell’iniziativa, ha illustrato l’esito del progetto, portato avanti da CNA-SHV Alto Adige, Inail Direzione provinciale di Bolzano ed Ecipa Veneto. Nei tre anni di progettazione e sperimentazione, a partire dal 2015, è stato realizzato un sistema informatizzato in grado di sostituire il registro d’aula all’interno dei corsi di formazione sulla sicurezza e sul lavoro. Un sistema che, se utilizzato e condiviso su scala nazionale, garantirebbe diversi vantaggi ad imprese e lavoratori e risolverebbe le criticità oggi presenti e di difficile soluzione nella gestione della formazione obbligatoria, consentendo anche un più facile controllo da parte degli organi preposti. Il sistema, pensato in questa fase per gli obblighi relativi alla salute e alla sicurezza sul lavoro, è facilmente trasportabile su altri ambiti e utilizzabile per tutta la formazione ricevuta da un individuo.

Il libretto formativo digitale del lavoratore consiste in una web app raggiungibile all’indirizzo http://www.fascicoloformativo.it da pc, smartphone e tablet. L’applicazione permette la registrazione elettronica, tramite  tessera sanitaria e apposito lettore, ai corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, consentendo a tutti i soggetti interessati (lavoratori, imprese, enti di formazione, docenti e tutor, organi di vigilanza, amministratore del sistema) di consultare la banca data della formazione sostenuta per ciascuna persona. L’amministratore del sistema, che ne è il garante, ha il controllo e la visibilità totale delle attività, inoltre abilita ad operare gli Enti di formazione, i quali a loro volta abilitano i docenti, i tutor, le imprese ed i loro collaboratori. L’Ente di formazione può aggiungere, modificare e cancellare i dati dei corsi di formazione su salute e sicurezza sul lavoro da esso organizzati e dei partecipanti e docenti dei corsi stessi. L’azienda ha la possibilità di consultare e aggiornare i dati dei propri lavoratori per stabilire eventuali necessità di aggiornamento o integrazione della formazione già ricevuta. Il singolo lavoratore può consultare tutta la formazione frequentata e produrre, quando necessario, le relative attestazioni. Il sistema traccia la vita lavorativa dell’individuo anche con diversi datori di lavoro.

I vantaggi principali del sistema: condivisione selettiva di informazioni in modalità cloud, che per il lavoratore sarebbe anche un’opportunità in caso di ricerca di nuovo impiego, potendo dimostrare la qualificazione professionale; completa eliminazione della documentazione cartacea, dal registro all’attestato, trasferendo tutto nel cloud; trasparenza dell’attività corsuale erogata dagli Enti di formazione, condivisione centralizzata delle informazioni per aggiornamenti in tempo reale; procedure digitali simili a quelle tradizionali già in uso.

Per il Libretto formativo digitale è stata presentata al Ministero del Lavoro la richiesta di riconoscimento di “buona prassi”, che sarebbe un passo importante per diffondere il sistema in tutta Italia, in ogni settore economico e anche tra gli enti pubblici.

Il sistema è da subito patrimonio della neonata CNA NordEst (28mila imprese rappresentate), come ha chiarito Alessandro Conte, presidente di CNA Veneto: “Il Libretto formativo digitale è uno dei progetti che portiamo avanti congiuntamente  per dare alle nostre imprese un nuovo modo di fare rappresentanza e servizi innovativi, che tagliano la burocrazia e puntano sulla digitalizzazione. Solo mettendo assieme più territori è possibile fornire queste risposte. Faremo pressioni come NordEst su CNA nazionale e sul nuovo Governo affinché venga ridotta la burocrazia a carico delle PMI, secondo il modello del Libretto formativo digitale”.

 

http://barbaraganz.blog.ilsole24ore.com/2018/06/27/sicurezza-sul-lavoro-cna-nordest-lancia-una-web-app-per-la-formazione-e-per-tagliare-la-burocrazia/

http://www.venetoeconomia.it/2018/06/cna-libretto-formativo-digitale/

http://www.ilfriuli.it/articolo/Economia/Cna_lancia_il_Libretto_formativo_digitale_del_lavoratore_/4/182749

http://www.cataniaoggi.it/infortuni-da-cna-app-per-la-formazione-su-sicurezza-lavoratori-2/

http://www.meteoweb.eu/2018/06/infortuni-da-cna-app-per-la-formazione-su-sicurezza-lavoratori/1115431/

http://www.agenziagiornalisticaopinione.it/lancio-dagenzia/cna-trentino-alto-adige-al-via-il-libretto-formativo-digitale-del-lavoratore-una-web-app-consente-a-enti-di-formazione-lavoratori-e-imprese-di-registrare-la-presenza-ai-corsi-sulla-sicurezza/

https://www.arezzoweb.it/2018/infortuni-da-cna-app-per-la-formazione-su-sicurezza-lavoratori-432985.html

http://www.sportfair.it/2018/06/infortuni-da-cna-app-per-la-formazione-su-sicurezza-lavoratori-2/772044/

 

Servizi televisivi nei Tg

http://www.raialtoadige.rai.it/it/   – minuto 8’00

http://www.video33.it/Mediateca/(video)/60856     – minuto 5’35

http://www.altoadigetv.it/video_on_demand.php?id_menu=46    – minuto 4’00