Dal progetto “Changes for the organisations” la chiave del cambiamento connesso alla trasformazione digitale.

La sfida dell’economia 4.0 è accompagnare la trasformazione tecnologica della nuova fabbrica digitale sia con lo sviluppo di una NUOVA CULTURA all’interno delle aziende – per rendere semplici, stabili ed intuibili i processi che portano ai NUOVI prodotti e SERVIZI INTELLIGENTI – sia con la FORMAZIONE DI NUOVO CAPITALE UMANO, il cui lavoro sarà sempre più centrato sulla CREATIVITÀ e sulla progettazione.

In questo contesto le organizzazioni che erogano servizi alle imprese si collocano come promotrici di cambiamenti per le imprese del territorio assumendo un ruolo che richiede competenze adeguate e, soprattutto, sintonizzate con le evoluzioni che coinvolgono il sistema economico.

 Le aziende – e, quindi, le organizzazioni di rappresentanza delle imprese e le loro societĂ  di servizi – non avranno le capacitĂ  necessarie (e indispensabili) per avere successo nell’era digitale se non prenderanno in seria considerazione la trasformazione dei propri dipendenti, è questa una delle conclusioni del report «Workforce Transformation in the Digital Vortex» realizzato dal DBT (Digital Business Transformation center) realizzato per iniziativa di Cisco.

Se alle imprese è richiesto un adattamento alle dinamiche e agli strumenti 4.0 in tempo reale, alle associazioni datoriali in generale e alla CNA in particolare, è richiesto uno sforzo maggiore. Occorre pertanto riorganizzare e digitalizzare i servizi (e migliorare le competenze degli operatori che se ne occupano) per adeguarli alle esigenze e alle dinamiche del contesto economico 4.0.

 

C-4.O è quindi un progetto, finanziato dalla Regione Veneto (FSE), che ha coinvolto il sistema territoriale delle CNA venete (regionale e provinciali) e le loro società di servizi, che hanno come core-business i servizi alle aziende artigiane e alle piccole e medie imprese e che, alla luce dei cambiamenti in atto, hanno bisogno di riorganizzarsi e riorganizzare l’offerta in chiave 4.0.

La CNA del Veneto, nel suo manifesto, recita: “Vogliamo ottenere le migliori condizioni per lo sviluppo delle nostre imprese[…]”, “Vogliamo collaborare con i governi locali, regionali, nazionali ed europei per […] l’innovazione” “Vogliamo rafforzare la connessione tra imprese e cittadini ripensando un nuovo modello di welfare”.
Si tratta di “desiderata” che, per essere credibili e coerenti, hanno bisogno di essere inquadrati nel contesto economico 4.0 e che richiedono, quindi, una riorganizzazione dell’attuale impostazione della CNA dei servizi alle imprese, con un impatto su innovazione, investimenti, fisco, credito, energia, formazione e lavoro.

Reinventare i modelli operativi per competere efficacemente nell’era digitale è il punto di partenza. E questa trasformazione della forza lavoro chiama in modo particolare a un impegno costante le figure di riferimento dell’organizzazione aziendale, e cioè gli “executive”. A loro spetta insomma il compito di traghettare le risorse umane verso un modello di operatività più evoluto e in stretta connessione con la disponibilità di tecnologie.

Sono stati realizzati percorsi di formazione su Service management e big data per reimpostare i servizi in ottica 4.0 e percorsi su come reimpostare la governance delle organizzazioni stesse, coinvolgendo funzionari di categoria, responsabili di servizi fiscali, referenti IT, operatori delle societĂ  di servizi della CNA.

I laboratori di co-progettazione hanno completato i percorsi di formazione.

I Direttori e le figure apicali hanno collaborato attivamente nei laboratori di co-progettazione per la strategia territoriale della CNA e, per garantire una pianificazione concreta del cambiamento, sono stati affiancati da consulenti esperti in materia di strategie e organizzazione aziendale, trasformazione digitale e big data, servizi digitali. La visita di studio al Consorzio Intellimech (che fornisce servizi 4.0 alle aziende) e al Polo tecnologico del Km rosso ha inoltre consentito un processo di “cross fertilization” alla luce delle buone prassi adottate nell’eco-sistema del territorio bergamasco.

Per garantire una contestualizzazione adeguata, il progetto si è aperto con un workshop il cui scopo è stato quello di focalizzare l’attenzione e le riflessioni sulle opportunità dei servizi 4.0 alle imprese e si è invece concluso con un workshop che ha evidenziato come stia cambiando il lavoro e quali siano le sfide e le opportunità delle professioni digitali determinanti nel ripensare la realtà aziendale.

Servizi e lavoro connessi alla trasformazione digitale: la chiave del cambiamento promosso dal progetto C-4.0 per una CNA che diventa SMART, CREATIVA e COLLABORATIVA.